Laboratori di Educazione alla consapevolezza Psico-alimentare

“BUONE ABITUDINI DI BENESSERE”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità incoraggia il consumo di frutta e verdura confermando il ruolo protettivo dei vegetali nei confronti della salute da tutta una serie di patologie cronico-degenerative dette malattie “del benessere”, tipiche delle società industrializzate (tumori, malattie cardio-vascolari, diabete, ipertensione, sovrappeso e obesità, ecc.). Nutrirsi con una buona base di vegetali fa bene a tutti (onnivori, vegani, celiaci…), apporta enormi benefici alla salute e ci aiuta a raggiungere e mantenere il peso forma.

Questo Corso non fornisce una dieta, ma un metodo per autogestirsi in cucina e comprendere cosa mettere nel piatto, come e perchè, componendolo in modo completo e gustoso.

Gli incontri si avvarranno di una serie di contenuti scientifici riconosciuti dal mondo accademico; queste informazioni saranno collegate alle personali abitudini alimentari di tutti i giorni per illuminarle e renderle più consapevoli, creando uno spazio di riflessione e condivisione delle esperienze e dei vissuti e favorendo un eventuale cambiamento di stile di vita, piccolo o grande, laddove la persona lo ritenga opportuno.

Due incontri da vivere insieme e condividere gioiosamente in una dimensione di rispetto per i tempi e le scelte di ognuno nel percorso verso una alimentazione onsapevole che dona salute, bellezza, vitalità e benessere.

Nutrirsi correttamente vuol dire amarsi per quel che si è, dare al corpo ciò di cui ha realmente bisogno, imparando a riconoscere il cibo nutriente e a distinguerlo dal cibo-spazzatura (junk-food), per scegliere in modo consapevole e libero che cosa mangiare.

Due incontri laboratoriali teorico-pratici volti a fornire un kit di strumenti di self-empowerment (potenziamento) psico-alimentare per sviluppare le seguenti competenze:

– apprendere e gestire informazioni chiare, scientifiche e corrette in ambito alimentare;
– comporre menù giornalieri salutari, nutrienti, creativi, variati e completi; conoscere i gruppi alimentari essenziali per realizzare un’alimentazione bilanciata; alleggerire    la digestione;
– fare la spesa scegliendo con cura prodotti, produttori e fornitori (il momento della scelta dei cibi è importantissimo in quanto la qualità di un alimento è data dalla sua    storia);
– organizzare il frigo e la dispensa; scegliere vivande fresche e varie, facendo attenzione alle etichette che le accompagnano per vedere se sono sane; preferire    possibilmente alimenti biologici, biodinamici e naturali, liberi da pesticidi e sostanze tossiche;
– innovare le ricette della tradizione con idee, spunti e piccoli segreti per combinare gli elementi mantenendone il potere nutrizionale; lavare, tagliare, preparare e  cucinare le verdure con pratiche conservative dei nutrienti o mangiarle crude per non perderne alcune preziose vitamine e proprietà nutritive; cuocere, preparare e  dosare i legumi per non creare gonfiore;
– alleggerire la digestione anche introducendo enzimi e mangiando la frutta in modo tale da non creare gonfiori e fermentazioni;
– gestire sale, iodio, B12, Omega 3, ferro e calcio organici, proteine, picco glicemico, ecc.;
– esplorare sensorialmente gli alimenti e degustarli giocosamente per formarsi un’esperienza diretta ed una coscienza critica su di essi al di là dei pregiudizi e delle   informazioni esterne;
– riappropriarsi della propria capacità di valutazione e scelta dei cibi; dare voce e parola alle emozioni che ogni cibo genera in noi;
– portare le informazioni ricevute nella propria vita; riflettere sulle proprie abitudini anche, se si vuole, condividendole, perché un’educazione alimentare staccata dal    contesto e dalle esperienze delle persone rimane pura teoria e difficilmente inciderà davvero sui comportamenti alimentari; ascoltare il proprio corpo, la propria    digestione e il proprio stato di benessere psico-alimentare;
– “masticar meditando”, con lentezza: ciò amplifica la percezione sensoriale aumentandone la consapevolezza e restituisce al cibo quella sacralità che gli appartiene;
– essere consapevoli dell’importanza del proprio stile di vita: rilassarsi e dormire il giusto numero di ore, esporsi alla luce del sole, respirare profondamente  ossigenandosi, stare a contatto con la natura, fare attività fisica…

con Francesca Focante
Dottoressa in Psicologia nel 2011; nel 2016 Master Internazionale Universitario di I livello (annuale, 1500 ore) in “Alimentazione e Dietetica Vegetariana”, unico in Europa, presso l’Università Politecnica delle Marche , con una tesi dal titolo “Buone abitudini di benessere. Un manuale di educazione psico-
alimentare”; Formatrice certificata dalla Regione Marche nel 2015; ideatrice di Laboratori teorico-pratici di Educazione alla consapevolezza Psico-alimentare; fondatrice del Gruppo Fb “Bellezza, Longevità e FelicitàღBuone abitudini di benessere psico-alimentare”.

“Pratichiamo l’alimentazione naturale del benessere e la cucina naturale da anni a casa, nella vita di tutti i giorni, organizzando pasti e componendoli in modo salutare con crescente senso di benessere psico-fisico.
Un percorso di consapevolezza che è in continua evoluzione e viene man mano integrato ed arricchito con letture, libri, corsi di formazione, idee, intuizioni.
Coinvolsi anche mio padre nel 2014 in un esperimento durato 4 mesi; ottenne enormi benefici per la salute.
Le sue analisi, grazie a questa alimentazione, dopo soli 4 mesi, migliorarono incredibilmente riguardo a diabete (glicemia, emoglobina glicata), trigliceridi, colesterolo, prostata (TSA). Alcuni valori si sono addirittura normalizzati!! Anche il peso corporeo scese avvicinandosi al peso forma. Tale risultato fu
considerato meraviglioso e sorprendente dai medici che lo seguono (Primario del Centro Diabetologico di Ancona e Medico di base)”.

ORGANIZZAZIONE
2 incontri quando sia arriva a 10 persone che richiedono di voler fare il corso.
Di venerdì sera o altro spazio disponibile all’interno della struttura.
Il numero degli incontri potrà aumentare qualora richiesto dal gruppo.
Sarà possibile fare un gruppo Whatsapp con i partecipanti per eventuali comunicazioni organizzative.

COSTO
15 euro ad incontro a persona; ciascun gruppo sarà composto da non più di 10 persone per facilitare la condivisione delle esperienze e il dialogo.

INFO ed ISCRIZIONI
Francesca Focante Tel. 327 7658328